Volontà

"L'unica guerra persa è quella che si ha paura di combattere"


domenica 16 marzo 2008

Inceneritori......Continuano a prenderci in giro!!



Nel Post che trattava il problema CIP6 accennai al DR. Veronesi e alla sua apparizione in televisione in cui sostenne che i Termovalorizzatori (...usiamo le giuste parole:INCENERITORI)non fossero pericolosi per la nostra salute.Per dovere di cronaca vi ho sopra riportato il video in cui Veronesi parla degli inceneritori.La prima cosa che mi balza all'occhio è il lavoro compiuto dal giornalista Fazio,un lavoro vergognoso che denota la scarsa preparazione di questa intervista.
Veronesi parla di piccola quantità di Diossina(.....un prodottino proprio salutare) che viene emessa dagli inceneritori ma che non sarebbe dannosa; voglio ricordarvi che i livelli di pericolosità li definiscono persone come Veronesi,vi fidate?
Veronesi dice che oltre alla diossina non c'è nient'altro di tossico.....Non considera però gli studi sulle Nanoparticelle!
In verità la legge prevede regolamentazione sui PM10,cioè polveri del Diametro di 10 millesimi di millimetro.I PM10 si fermano nella parte alta delle vie respiratorie,causano problemi di asma,catarro....ma si fermano lì......I PM 2.5 fino ai PM 0.1 invece, non sono regolamentati dalla legge,il fatto che siano ignorati non vuol dire però che NON ESISTANO.
Ora vi mostro un video della conferenza sullo smaltimento dei rifiuti di uno dei massimi esperti mondiali in materia, tale Paul Connett professore di chimica ambientale alla St. Lawrence University di New York,quest'uomo gira il mondo da anni cercando di far capire come dovrebbero essere gestiti la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.
Ascoltate cosa dice riguardo alle Nanopolveri e a Veronesi( .....che figura che ha fatto il nostro piccolo oncologo!!)

Per capire meglio diamo una spiegazione di cos'è un termovalorizzatore.
Si può definire temovalorizzatore un inceneritore di rifiuti che recupera l’energia termica liberata dalla combustione per altri usi. Esso è composto da una sezione di stoccaggio di rifiuti, da una camera di combustione, da una sezione di post-combustione dove i fumi prodotti subiscono una prima “ripulitura”, da un circuito di “raffreddamento fumi” che permette di recuperarne la loro energia termica e infine una seconda “pulitura” dei fumi con vari tipi di filtri
Vediamo nei dettagli quello che produce un inceneritore.
1) Per ogni 3-4- tonnellate di rifiuti bruciati si ottiene 1 quintale di ceneri altamente tossiche (90% depositate e 10% volatili) che devono essere smaltite,in Germania e Svizzera le mettono in sacchetti di nylon e poi le portano nelle miniere di sale,in Giappone vengono vetrificate,ma la domanda è....e in Italia?Probabilmente in discarica........sembra una barzelletta ma è così!
Andiamo oltre........
2)Gli inceneritori producono emissioni tossiche che vengono mandate nell'atmosfera,queste emissioni causano malattie allergiche,asma bronchiale,Bronchiti croniche,Efisema polmonare, tumori all'apparato respiratorio e persino infarti.Il discorso è un pò generico, quindi elenchiamo le sostanze emesse:(Bisogna sempre essere precisi!)
1)CO2+H2O
2)Gas e Acidi(HCL,HF,NOx,SO2)
3)Metalli Tossici(Pb,Cd,Hg,ecc..)
4)Diossine e Furani
I metalli tossici,le Diossine e i Furani con l'aggiunta dei radicali liberi vengono prodotti sotto forma di NANOPARTICELLE.Proprio per questa composizione,le nanoparticelle prodotte dagli inceneritori sono molto più pericolose di quelle prodotte da qualsiasi altro tipo di combustione.
Le nanoparticelle sono talmente piccole che entrano nel flusso sanguigno , persino nel nucleo delle cellule e lì rimangono per sempre!Le Nanoparticelle di diossina finiscono pure nel feto!
Quando i politici in televisione parlano dell'inceneritore di Brescia che ha vinto il premio come inceneritore numero 1 al mondo(...non dicono però che è stato premiato da chi lo ha costruito!),omettono molte cose.......Probabilmente neanche le sanno!(Questo è il livello).
Ad esempio......La diossina viene eliminata a temperature superiori agli 850 gradi,il termovalorizzatore di Brescia è provvisto di griglia mobile che quindi non può essere orizzontale,i tecnici a Brescia dicono che la temperatura in cima alla griglia è di circa 1150(Perfetto per eliminare la diossina).Se le leggi della termodinamica sono esatte la temperatura lungo la griglia (che è in parte verticale) non può essere costante,quindi sarebbe utili conoscere la temperatura media o al limite il gradiente verticale.........Ma questo non viene detto!
Se analizziamo però i gas di scarto del suddetto termovalorizzatore vediamo una voce:TCDD:0,1 nanogrammicubi.TCDD? e cos'è?Ve lo dico io:tetraclorodibenzo-p-diossina (è vecchio il trucco di chiamarla TCDD).......ma se a 850 gradi la diossina viene distrutta allora la temperatura media della griglia è inferiore agli 850°!!!Viene però menzionata solo la temperatura di punta di 1150 gradi,hanno omesso questa piccola cosa.....Si saranno dimenticati.....
I filtri a manica dell'inceneritore sono di 6 micron(PM 6) per cui tutte le nanoparticelle inferiori a 6 micron(Le più pericolose) vengono immesse nell'atmosfera......
Quando in televisione dicono che la campania ha portato i rifiuti in Germania ci stanno mentendo;
in Germania sono stati portati rifiuti per qualche mese nel 2004 e basta.In verità però, qualcosa portiamo in Germania:portiamo le scorie tossiche di cui restano impregnati i filtri del termovalorizzatore di Brescia,circa 3 camion al giorno!
Appurato che dal punto di vista della salute i termovalorizzatori sono altamente nocivi, vediamo se almeno rendono da un punto di vista energetico.
Il recupero energetico avviene riscaldando dell’acqua che si trasforma in vapore, che può a sua volta fornire calore ed energia elettrica. Un termovalorizzatore, per funzionare al meglio, dovrebbe bruciare preferenzialmente rifiuti con alto potere calorico, come carta, legno e plastica. Rifiuti come vetro e metalli non bruciano e quindi sarebbero comunque destinati a finire in discarica. Tenendo conto che il vantaggio dichiarato di un termovalorizzatore è proprio il recupero energetico legato all’incenerimento, diventa cruciale la resa energetica del rifiuto da incenerire.Oltre il 70% del potere calorifico di un rifiuto urbano è costituito da plastiche e carta, si capisce dove indirizzarsi per incrementare la resa energetica degli inceneritori. Così si finisce per mandare all'aria anche la raccolta differenziata, bruciando dei rifiuti che se recuperati e riciclati permettono di risparmiare molta più energia di quella recuperata dal forno.
Se si vuole un forno che produca anche teleriscaldamento dobbiamo soddisfare due condizioni:
- la vicinanza al forno degli utilizzatori dell'energia: non più di due chilometri, e quindi l'impianto andrebbe collocato troppo vicino alla città.
- la dimensione dell'impianto che, per una produzione di calore economicamente accettabile dovrebbe tendere alle 400 Tonn/d di rifiuti inceneriti (con una produzione stimata di 24 Gwh/a).
Analizzando queste condizioni indispensabili osserviamo quanto segue.
Alla luce della produzione di sostanze pericolose e dei loro devastanti effetti:
- un forno troppo vicino alle case fa paura;
- un forno da 400 tonnellate al giorno fa paura .
Inoltre la produzione di calore vista sotto il profilo del bilancio energetico è comunque opinabile, poiché, se vogliamo considerare l'elevato consumo di energia dell'inceneritore stesso, il teleriscaldamento non sarebbe che un "recupero, sotto forma di calore, di parte dell'energia consumata".
Quindi il bilancio energetico non potrà essere di segno positivo a causa dell'elevata richiesta di energia del forno : ossia, il forno regala calore, ma è più l'energia consumata del calore prodotto.
In termini di recupero di energia questo è il paragone tra termovalorizzatori e riciclaggio:


Appurato che i termovalorizzatori sono sconveniente da un punto di vista energetico,si mantengono solo grazie ai CIP6 di cui possono usufruire grazie a Prodi,producono tossine nell'atmosfera e ceneri tossiche da smaltire,abbiamo suluzioni alternative.....
Che fare dei rifiuti?
La soluzione esiste e non dovete credere a quelli come Veronesi, che sono finanziati da società per la costruzione di inceneritori(Veolia ecc..),eccola la soluzione:

Il filmato spiega già tutto,mi raccomando di guardarlo e riguardarlo con attenzione,per cui non mi dilungherò oltre.
Si deve sensibilizzare la gente alla raccolta differenziata,fin da piccoli nelle scuole e guardare al futuro....La nostra classe dirigente vuole consegnarci un futuro con termovalorizzatori e centrali nucleari...Vogliamo questo...Vogliamo un catastrofe?
La scelta dell’inceneritore non ha alcuna rilevanza tecnica o scientifica (da questo punto di vista è sicuramente perdente)Allora perchè si insiste tanto sulla realizzazione degli stessi?E' solo politica: è il modo più spiccio per disfarsi dei rifiuti, senza tanti casini, creando delle lobbies imprenditoriali, distribuendo appalti per cifre sostanziose, dando vita a dei facili “mercati”.
Quando vedrete prossimamente in TV o sentite gente parlare di incenerirori ora sapete cosa dire...Mi raccomando non fatevi raggirare...

3 commenti:

kICCO ha detto...

Buon articolo.Dai l'impressione di saper tantissime cose e spero che tu continui ad avere voglia di condividerle come fai.
Quello degli inceneritori..ops scusate,dei "termovalorizzatori" e' un argomento molto codino,e solamente la parte sul riciclaggio richiederebbe pagine e pagine di dati.Credo che tu abbia scelto un buon compromesso tra informazione tecnica e propedeutica.
Un ultima postilla:mi viene da ridere a pensare che abbiamo un ministro della salute che ha studiato medicina 50 anni fa e si permette di dire che tutte le ricerche piu' moderne avvallano la sua tesi sui PM 0,2.Che le porti queste ricerche invece che citarle come se fossero un dogma impalpabile che aleggia sulle nostre teste come la spada di Damocle.

B.R.B ha detto...

Ciao, ho l'Html per il contatore delle visite. Se mi lasci una mail te lo mando.

Marco

ILGuru ha detto...

L'argomento che apparentemente ci viene esposto dai media in maniera confusa.....dopo questo articolo merita un no comment....e continuano a rincoglionirci di informazioni manipolate.....solo che anche in questo caso (come già ho detto)oltre a fare emergere evidenze su una Italia ridicola, gestita da personaggi ridicoli, stiamo parlando di salute, di ciò che respiriamo e di ciò che finisce sulle nostre tavole....