Volontà

"L'unica guerra persa è quella che si ha paura di combattere"


mercoledì 21 maggio 2008

Banche,Salza:attenti a non uccidere gallina dalle uova d'oro


Nelle politiche fiscali ventilate dal nuovo governo serve buon senso: in particolare, per quanto riguarda l’ipotesi di colpire con particolare durezza il settore bancario bisogna stare attenti a non uccidere "la gallina dalle uova d’oro". E’ il commento del presidente del consiglio di gestione di Intesa SanPaolo, Enrico Salza, sull’ipotesi del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, di chiedere a banchieri e petrolieri un contributo maggiore per il risanamento dei conti pubblici italiani.

"Tremonti - ha detto Salza - e’ un uomo intelligente e di buon senso. I soldi servono e li cerca dove può’. Tremonti conosce benissimo il sistema bancario: sarà’ necessario ma deve applicare anche il buon senso altrimenti si uccide la gallina dalle uova d’oro". Salza ha concluso dicendo che "forse non sono sempre simpatiche, ma le banche servono alle famiglie, alle imprese piccole e grandi e alla pubblica amministrazione".

"Certo!",aggiunge V,"...le banche servono:a indebitare la gente ,indebitare gli stati,rovinare l'economia,aumentare le tasse,aumentare i prezzi dei prodotti, e imbrogliare i cittadini........"
In sintesi questo è il vero ruolo delle banche,vere associazioni a delinquere legalizzate:ma attenti banchieri,il popolo inizia a comprendere tante cose e presto dovrete rispondere per tutti gli imbrogli da voi compiuti nei confronti del mondo!
Hanno pure il coraggio di dire che servono al cittadino,bella questa affermazione,se fosse una barzelletta per ridere forse.........
Se Tremonti decidesse di dire basta al Signoraggio bancario avrebbe tutto il mio appoggio,si spera sempre.......
Un piccolo appunto,così,tanto per essere precisi,vediamo chi è Salza.
Enrico Salza (Torino, 1937) è un imprenditore e banchiere italiano. Diplomatosi geometra, ha ricevuto nel 1993 la laurea honoris causa in ingegneria gestionale dal Politecnico di Torino. Ricopre attualmente la carica di Presidente del Consiglio di Gestione del gruppo bancario Intesa Sanpaolo, in seguito alla sua nomina da parte del Consiglio di Sorveglianza della nuova banca il 2 gennaio 2007.

In precedenza, come presidente del Gruppo Sanpaolo IMI, è stato uno dei principali artefici della fusione tra la banca di Piazza San Carlo e Banca Intesa e ha firmato il 28 dicembre 2006, insieme al Presidente di Banca Intesa Giovanni Bazoli, l'atto di fusione delle due banche.

Nel passato ha inoltre ricoperto le cariche di Presidente delle Camere di Commercio di Torino e dell'Unioncamere Piemonte, Vice Presidente Nazionale delle Camere di Commercio, Vice Presidente Unione Industriale di Torino, Fondatore e primo Presidente dei Giovani Industriali della Confindustria.

E' stato Vice Presidente e Amministratore Delegato de "Il Sole 24 Ore" dal 1971 al 1989 e Amministratore Delegato della Cerved S.p.A. fino al 2002 nonché Consigliere della Compagnia di San Paolo, della multinazionale Swedish Match, dell'U.B.S. (Unione Banche Svizzere) Italia e della NOMISMA S.p.A. - Soc. di Studi Economici.

Attualmente è Presidente di Italconsult S.p.A. e Amministratore Delegato della Tecno Holding S.p.A. E' Presidente Onorario ASP (Associazione per lo Sviluppo Scientifico e Tecnologico del Piemonte) e Membro del Consiglio Direttivo dell'ICC (International Chamber of Commerce).
Tutti questi titoli....In genere chi più ne ha più è dentro al sistema-imbroglio....Diffidate da coloro che sventolano posizioni di prestigio e titoli............
Bene ora andiamo a vedere gli azionisti di bankitalia e si può notare che il gruppo Intesa-San Paolo possiede il 44,5% di Bankitalia.
Se avete letto i miei post sul Signoraggio potete ben capire cosa intende Salza con "Gallina dalle uova d'oro".
Ci prendono pure per i fondelli perché noi non conosciamo le cose e se ce le dicono facciamo finta di niente...
Noi dobbiamo ritornare ad essere uomini liberi,dobbiamo riprenderci la dignità che uomini come Salza non vogliono darci,ALZIAMO LA TESTA E MOSTRIAMO I COGLIONI!
Approfondite le vostre conoscenze sul Signoraggio e sull'emissione di moneta,divulgate a tutti gli imbrogli delle Banche!

38 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao V

io credo che sul signoraggio debba studiare qualcosina tu.
quello che tu chiami signoraggio sono i soldi che la banca centrale intasca a seguito degli interessi dovuti dallo stato a fronte dei soldi emessi. di tali interessi la banca ne trattiene una percentuale bassissima che usa per i costi di gestione, pagare gli stipendi etc. il resto torna allo stato. che ti credi, le bance centrali e non sono legate da regolamenti strettissimi, pubblici. non è che si intascano soldi dal nulla così.
tra l'altro se così fosse, banca intesa (quotata in borsa) essendo azionista della banca centrale dovrebbe spartirsi i dividendi esorbitanti derivanti dal signoraggio, cosa che ovviamente non avviene. altrimenti se proprio non ci credi acquista azioni Banca intesa come chiunque e guarda se a fine anno ti arriva qualche milione di euro in dividendi. in tal caso chiamami che ce li dividiamo, lo troverei giusto...:-)

dai torna a studiare

un cordiale saluto

Anonimo ha detto...

scusa non mi sono firmato

Brian Eno

V ha detto...

Anonimo,ora non ho tempo,più tardi ti spiego come avviene il tutto.
Nel frattempo prova a vedere come funziona la passività in bilancio a seguito del prestito delle banconote e poi prova a spiegarmi come mai Bankitalia ha almeno due conti correnti in paradisi fiscali!!!
Quello che tu mi dici è quello che si insegna nella scuola non quello che succede realmente,e sono cose che conosco benissimo!

V ha detto...

Bankitalia per la precisione trattiene il 14% circa dei profitti di Signoraggio della BCE,ma il grosso del guadagno non è l'interesse sull'emissione di banconote,ma la differenza tra il valore nominale e il costo di emissione del prestito!
Penso che pubblicherò un post specifico su questo punto,cmq qualcosa ho già scritto in post precedenti.

kICCO ha detto...

A parte che trovo di cattivo gusto dire ad una persona "torna a studiare",visto che non mi sembri un illuminato in materia;tutt'altro.
Cos'e' che ritornerebbe la banca allo stato?il tono non e' sarcastico,sto solo cercando di capire cio' che pensi di sapere o che hai studiato a riguardo.
Buona serata Brian Eno.

Anonimo ha detto...

cari V e kikko:

in effetti il torna a studiare è inadeguato: le panzane che scrive sono talmente colossali che è evidente che mente sapendo di mentire.

spiego: la storia del signoraggio sul valore nominale è una bufala, perchè le banconote che lo stato poi restituisce alla banca centrale vanno al macero, esistono regole ben chiare. trovo anche imbarazzante doverlo spiegare, sinceramente. tra l'altro se questi soldi non venissero macerati ma piazzati su conti esteri a chi sarebbero intestati? alla banca? ma sai cos'è una banca? ha un presidente, un cda, dei dirigenti, dei dipendenti e....degli Azionisti, che sono gente comune come voi o come me le quali possono regolarmente acquisire azioni sul mercato borsistico. tra l'altro quei soldi, che sono segnati (hai presente la serie di numerini sulle banconote? ) non potrebbero mai essere riutilizzati. inoltre, se proprio volessimo credere che questi signori siano dei truffatori perchè mai dovrebbero ricorrere a un metodo così complicato? gli basterebbe stamparsi miliardi di banconote in più e tenersele per se. capisci che tutta questa storia è ridicola.
al massimo quello che tu paventi è una frode bella e buona, illegale, perseguibile per legge che si chiama falso in bilancio e appropriazione indebita: se hai le prove tirale fuori. ma il punto è che tu contesti il sistema dicendo che è una frode in principio: ecco questa è una minchiata.

in fondo però sei simpatico :-) anche se non capisco se ci sei o ci fai.

cmq cordiali saluti

Brian Eno

ps: kikko: e chi ti dice ch9io non sia un illuminato in materia? certo che non sono un illuminato, ma so come funzionano le cose, come qualunque persona di buon senso e buona volontà. dai occupatevi dei problemi seri che ha questo paese.

saluti

kICCO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

ecco, leggetevi pure gli articoli da 38 a 41 dello statuto che regolano la distribuzione dei profitti (cioè quel 4% circa di interessi) che la banca centra intasca.

ricordo che il capitale della bcn è di 156000 euro.

http://www.bancaditalia.it/bancaditalia/funzgov/gov/statuto

di nuovo saluti

brian

kICCO ha detto...

Trovi imbarazzante doverle spiegare?come mai?provaci no?
Hai dei documenti da mostrare che suffraghino la tua teoria?
Se poi credi che il signoraggio non sia un problema serio,sinceramente non credo che sia possibile farti cambiare idea.
E' tanto difficile quanto cercare di far tifare per la Roma uno che tifa per la Lazio.Quando si agisce per partito preso credo che si e' giunti all'ultima spiaggia per l'evoluzione del pensiero.
Se vorrai intavolare un dibattito costruttivo,Brian,sappi che io in primis saro' disposto a condividere le mie idee e quello che so con te,anche se sono conscio che c'e' veramente tanto da sapere e cio' che ho appreso finora e' solo una parte infinitesimale del tutto.
Buona giornata.


p.s.
Il falso in bilancio non esiste piu' in Italia,ora si chiama "Contabilita' creativa".E non e' uno scherzo.

Anonimo ha detto...

kikko: sei capzioso: ho detto che torvavo imbarazzante spiegarlo, ma l'ho spiegato lo stesso.

se non vuoi capire , tu per partito preso e per ignoranza , non è un problema mio.
come vedi mi sono pure fatto lo sbattimento di linkarvi lo statuto e gli articoli che spiegano come si ripartiscono quegli utili.

leggili bene e stammi bene.

tra l'altro sei tu al massimo che hai una teoria fantasiosa e complottistica secondo cui dei cattivi banchieri (chi poi?) frodano l'europa e il mondo intero appropriandosi indebitamente di centinaia di miliardi di euro. sei tu che devi provare mica io.
ma pensa te.

un cordiale saluto

brian

Anonimo ha detto...

ps: il falso in bilancio esiste eccome, al massimo è stato depenalizzato (dal gov berlusconi) per falsi in bilancio fino a certe somme ( questo per salvarsi dai suoi processi) , ma è tutta un'altra storia.

ma dove sono capitato? uff...quanta ignoranza davvero che c'è in italia, su questo avete ragione ;-)

brian

kICCO ha detto...

Allora,a parte il fatto che tu non sai qual'e' il mio pensiero,dato che non l'ho palesato.
Tutto cio' che scrivi :
1)non ha un filo logico
2)sembra un insieme di anacoluti sconnessi
3)e' confusionario in quanto scrivi ma non spieghi nulla di concreto

Ti inviterei ad evitare di avere tutta questa foga di scrivere per convincerci che hai ragione,perche' non e' necessario.
Alcune cose che esterni mi fanno sorridere...Cioe',tu pensi che le banche spediscano direttamente le banconote alle Cayman? ahaaha,perche' sbattersi quando possono tranquillamente premere un pulsante sulla tastiera e trasferire denaro virtuale?
Il tuo prossimo intervento cerca di farlo in maniera piu' "capibile" ed ordinata,scandendo per punti la tua idea e senza possibilmente far riferimenti infantili a me o a V,che risulti veramente pesante e dai l'impressione di essere dalla parte del torto a prescindere.
Ciao.

Anonimo ha detto...

kikko: non ti seguo, mi sembra di averti spiegato come funziona. forse non hai capito.

parli di premere un pulsante per trasferire i soldi? i soldi che si trasferiscono tramite bonifico bancario, come facciamo anche noi privati cittadini, vengono prelevati (certo virtualmente) da un conto corrente. non è che il bancario si inventa cifre a caso a seconda di come si è svegliato la mattina e trasferisce su conti in nero alle cayman. ci sono bilanci e regole da rispettare.

davvero è assurdo ciò che dici.

dimostri anche di non conoscere bene la lingua italiana: non mi pare di aver scritto anacoluti né frasi che se ne avvicinino. cita per favore.

ti ho risposto sul falso in bilancio, e non hai ribattuto.

ti ho linkato lo statuto della banca d'italia e non hai ribattuto.

ti ho spiegato di come funziona il reddito, di come le banconote vengono mandate al macero e non hai ribattuto.

mi sa che sei tu che devi iniziare a dire qualcosa di concreto, che dici?

ho scandito abbastanza bene?

dai, un cordiale saluto

Brian

V ha detto...

Allora visto che,indirettamente, mi si dà dell'ignorante,e la cosa mi irrita alquanto perchè per dare a me dell'ignorante bisogna saperne veramente tanto,non basta aver letto lo statuto di Bankitalia, che peraltro conosco bene.Nei prossimi giorni pubblicherò un post in cui vi spiegherò come le banche riciclano i frutti del signoraggio primario e secondiario,dovrò parlare di cose che avrei preferito evitare, almeno per ora,ma non fa niente.
Prima di dare dell'ignorante bisogna sapere con chi si ha a che fare,io apprezzo le ricerche che anonimo ha fatto per suo conto,ma non mi piace questo suo essere senza dubbi,specialmente sulle banche che tanto sante e trasparenti non lo sono mai state;cmq leggete il post che pubblicherò nei prossimi giorni e poi potrete trarre le vostre conclusioni.
Io non mento mai,sia chiaro!
Nei post cerco di mettere al corrente chi li legge dei vari problemi di cui vengo a conoscenza,il mio lavoro di ricerca spazia in tanti campi e di materiale ne ho veramente tanto,ignorante e mentitore non sono termini che mi si confanno.
Se noi siamo ignoranti,lo sono anche l'Avv. Giacinto Auriti,l'Avv.Della Luna Marco,L'Avv Fedrigo Argo,Benetazzo Eugenio,Backes Ernest...Insomma tutti noi siamo ignoranti,non è che forse abbiamo approfondito un tantino in più il problema?
A presto col post

Anonimo ha detto...

:-DDD siamo tutt'occhi caro V

ti diamo il tempo di andare a cercare qualche bell'articolo complottista sui siti preposti (tipo signoraggio.com o . it..) e leggeremo con grande attenzione :-D

quelli che tu citi sono furbetti di aree di estrema destra (in certi vecchi programmi di partiti di destra sociale vi è appunto la proposta di ridare allo stato la sovranità monetaria) i quali propagandano falsità per dare motivo di esistere alle proprie idee (la sovranità monetaria, idea vetusta, ma legittima).

guarda che qualche anno fa rischiai di cascarci anche io, poi mi sono informato e la verità è apparsa chiara.

V o sei ignorante o hai qualche altro interesse. non è mio intento offenderti, assolutamente.

@kikko: ho visto il tuo blog, il tuo ultimo post è da scompisciarsi. sei forte.

cari saluti a entrambi

Brian

kICCO ha detto...

Io non sono ne Don Chisciotte ne una babysitter,quindi direi che perpetuare questo dialogo sia superfluo.
Se ti interessa continua a visitare questo blog e guarda il prossimo post di V sulle connessioni tra la Bankitalia e le Cayman,anche se credo che continuerai a tifare per la solita squadra.Ribadisco che qualora si volesse intavolare un dibattito nell'interesse della vera informazione io sono disponibile.Fino ad allora credo sia inutile continuare ad alimentare il tuo gioco di flame.
Saluti.


p.s. Io conosco decisamente bene l'italiano,e ti dico che il tuo modo di scrivere fa trasparire insicurezza e poca dimestichezza con la grammatica.

Bardo ha detto...

Scusate l'intrusione.Io sono un ignorante, e molto anche.Sono laureato, ma molto umilmente dico che in certi argomenti lo sono eccome. Altrettanto umilmente sto inziando a prendere in mano certi argomenti, compatibilmente al tempo che posso dedicargli.Sottolineo ancora la parola umiltà, perchè l'arroganza di certi interventi mi ha dato ai nervi.La conoscenza non è mai troppa, quindi consiglio ad anonimo di armarsi di UMILTA', BUON SENSO ed EDUCAZIONE nel rapportarsi con le persone. In ogni caso sia l'intervento di V che di Anonimo mi hanno dato spunti per approfondire le cose.
Saluto e mi scuso di nuovo per l'intrusione.

Anonimo ha detto...

ma caro kikko io non tifo per nessuno, solo per la verità.

continui a non rispondere ad alcuna delle mie affermazioni.

è da ore che provo ad intavolare un dibattito con te, sei tu che scappi. oppure hai bisogno dell'aiuto del prode V? (in realtà c'è già un suo post in merito alle banche, vai a leggerlo)

parli con vaghezza della mia grammatica, ma non citi nessun errore nel merito.

se proprio vogliamo dirla tutta, non sai che in "ne" ci va l'apostrofo sull 'e', ma immagino sia stato solo un errore di battitura dovuto alla fretta di rispondere...

ti invito cortesemente a dibattere con me, senza acrimonia né apriorismi.che dici?

cordiali saluti

Brian Eno

Anonimo ha detto...

Bardo:

chi ha mai detto di essere onnisciente? anche io, molto umilmente, riconosco di essere completamente ignorante in mille e una cose del mondo.

ignorante non significa scemo, significa non conoscere. ho dato dell'ignorante a qualcuno, mai per insultarlo gratuitamente, ma per rilevare certe sue mancanze di conoscenza sull'argomento. mancanze che mi sono confermate dalle non risposte.

se leggi bene la cortesia non mi è mai mancata.

cordiali saluti a te

Brian Eno

V ha detto...

Anonimo forse fai parte della Goldman Sacks?
Sei amico di Draghi o di Prodi?
Non per offendere,sia chiaro.
Allora, la versione ufficiale la conosco bene,non sono ignorante e non ho bisogno di consultare siti complottisti,solo che questo week end sono impegnato e non credo di avere il tempo per il post tutto qui.Ma perchè tanto rancore,qui dobbiamo solo portare informazioni e scambiarcele,ognuno cita le sue fonti e ci si fa un'idea dell'argomento,non c'è bisogno di offendere!

Anonimo ha detto...

V:

mi sta venendo il dubbio che tu mi stia facendo parlare solo per aumentare il numero di post e di conseguenza la visibilità del blog.

cmq...nè amico di prodi nè di draghi nè di goldman sachs

mi duole ricordarti che è giovedì, non siamo nel week end.
non è che esiste una versione ufficiale e una non ufficiale. esiste la verità.i fatti.

nessun rancore, non capisco dove tu lo veda. ripeto che non credo di aver offeso nessuno.
se dici che la bcn trae reddito di signoraggio per la differenza tra valore nominale e valore di stampa delle banconote dici una minchiata, tutto qui. se preferisci un termine più carino chiamiamola " affermazione sbagliata" la sostanza non cambia.

davvero nessun rancore né supponenza.

però mi sono un po' stufato: ancora nessuno che abbia risposto nel merito su una qualunque affermazione. sono un po' deluso a dire il vero.

cordiali saluti a tutti

V ha detto...

Purtroppo stasera lavoro sino a tardi e non posso scrivere un post,uguale per tutto il fine sett.,questo intendevo....non preoccuparti che risponderò a tutte le domande!

B.R.B ha detto...

Scusate se mi intrometto un attimo con un commento che non ha niente a che vedere con il post. Volevo solo informare V che, nel caso gli dovesse interessare, è uscito sul nostro blog l'articolo su John Lennon.

Ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Il problema non sta nei bilanci della BCE o della Banca d'Italia, ma nella proprietà della moneta. E' quella la truffa. PUNTO.

Un altro grandissimo problema si chiama riserva frazionaria e moltiplicatore bancario.

BOLLA!

Naturalmente, a parte qualche sparuto onesto bancario (i banchieri sono disonesti a prescindere), i vari anonimi prezzolati non possono ammettere che esista un problema, altrimenti addio stipendio! Eheh.

Volete fare una cosa concreta, anzichè scrivere post e azzuffarvi con gli anonimi? Andate in una qualsiasi banca e spiegate ai clienti come funziona il moltiplicatore bancario e dove vanno a finire i loro risparmi.

La riserva frazionaria è la prima causa di inflazione.

Bye!

LV

Anonimo ha detto...

Il signoraggio esiste, ma taluni siti di disinformazione lo infarciscono di balle di portata colossale.
Lo sapete o no che tutti le altre banche centrali nazionali che posseggono oltre l'85% della BCE sono di proprietà dei rispettivi stati nazionali? Altro che private!
Di privata c'è solo bankitalia, ma da statuto anche per essa la quasi totalità degli utili va allo stato. Altro che SPA!

saluti
Jack

Anonimo ha detto...

LV ha detto le uniche verita',è inutile che ci si arrampichi sugli specchi,il problema è la proprieta' della moneta all'atto dell'emissione,V ha ragione,il debito pubblico per come stanno ora le cose è inestinguibile e destinato ad aumentare,Fotogian scrive delle minchiate che non stanno nè in cielo nè in terra;questo per dirvi che se il vostro punto di riferimento è Fotogian siete sulla cattiva strada....
Un economista che ha aperto gli occhi
DR

Anonimo ha detto...

Si, è vero che la BCE è proprietà delle rispettive banche centrali nazionali. E' vero che BDI è un istituto di diritto pubblico ( ma a capitale privato, in netta contraddizione con lo statuto successivamente modificato...ma guarda un pò, non si corregge l'errore in base alla legge, si corregge la legge in base all'errore...insomma il contrario di ciò che si sarebbe dovuto fare). Dicevo, il guaio è che l'azione monetaria della BCE è insindacabile (art. 104 del trattato di maastricht). Questi possono tenere i tassi ai minimi termini e generare bolle, come ha fatto Greenspam con la crisi dei mutui...immettendo liquidità a basso costo per anni. Non ci lamentiamo poi...quando la bolla è già scoppiata allora rialzano i tassi...e indovinate chi ci rimette...chi ha in debito quei famosi "soldi", e cioè la povera gente "sempliciotta". Naturalmente loro dicono che così controllano l'inflazione e lo stanno facendo per il nostro bene. Non sarebbe più giusto evitare di creare inflazione? Io non mi fiderei se la causa del male si proponesse come la soluzione del male.

I vari Jack, Eliaria ( a proposito...ma non si diceva che tanto la BDI veniva nazionalizzata e questa tizia spammava su youtube questo fatto...ancora non è successo, e siamo a 2008 inoltrato), Daniele, Phoenyx...sono la stessa persona, per ammissione dello stesso Daniele, che per sua stessa ammissione ha dichiarato di essere un TRADER. Bene i trader, salvo rarissime eccezioni, sono coloro che sguazzano come maiali in tutta questa fanghiglia melmosa. Comprano e vendono, aricomprano e arivendono, profitto profitto profitto. E' naturale che osteggino certe idee di Libertà economica dall'usurocrazia bancaria.

Fotogian? Bancario aspirante banchiere, non sta allo sportello per intenderci. Auture di un opuscoletto molto chiaro, smonta le idee bislacche di taluni, ma dice mezze verità. E una mezza verità è una mezza bugia. Esempio lo è il capitolo sulla riserva frazionaria e sul moltiplicatore bancario. Molto più autorevole di Lui e la Banca Nazionale Svizzera che spiega cos'è la riserva frazionaria e il moltiplicatore senza troppi peli sulla lingua. Non parliamo poi della opinione bislacca che "Chi era tanto cretino da credere che le banconote fossero tutte coperte dall'oro?"...risposta: la gente comune che si stipendia col sudore della sua fronte e non usurando.
Oltretutto sulla annosa questione della proprietà della moneta e soprattutto su chi realmente dia il valore ad essa...no comment, silenzio più assoluto. E' dimostrato dai fatti, non solo col Simec, ma con i semplici buoni locali tipo SCEC, che se le persone accettano quel tipo di pagamento ecco che il semplice SCEC acquista valore d'uso. L'oro è sempre stato moneta perchè semplicemente è accettato da tutti, mantiene il suo valore, non se ne può "stampare" a go-go.

Campagna 2008: "Informiamo la gente in banca su dove vanno a finire i soldi dei loro conti correnti, riserva frazionaria e moltiplicatore bancario"

Quando riceverete un prestito in banca, non ringraziatela...andate dai correntisti lì presenti e ringraziate loro! Spiegategli tutto quanto. Naturalmente senza dare troppo nell'occhio, che esce il direttore della banca e vi "invita cortesemente" ad uscire.

Quando viene un tizio a casa senza che lo avete invitato, e vi propone un'assicurazione "piano previdenziale" per la vecchiaia, mandatelo a quel paese! Sanguisughe.

Il sistema bancario è superfluo, non fa nulla di esclusivo, indispensabile, mettetevelo nella zucca (uh ho ripreso una pubblicità di una banca senza volerlo).
LV

Anonimo ha detto...

Cosa aggiungere a quello già detto da LV!
Spiegazione ottima e chiara!
Quando mi laureai in economia e commercio non immaginavo nemmeno l'esistenza del grande usuraio:il sistema bancario.Poi lavorai come consulente finanziario e vi posso dire che LV ha ragione a consigliarvi di cacciare dalla porta chi fa quel lavoro!
Chiaro,non tutti sanno certe cose e non tutti sono squali,diamo il beneficio del dubbio......
Lavoravo con 4 compagni di università,ci siamo licenziati tutti!
Mi hanno sempre inculcato di essere onesto e pagare le tasse,ma ora mi chiedo:è giusto che il frutto del mio lavoro,le tasse che io pago, servano,non per i servizi,ma per pagare un istituto di credito che mi stampa fogli di carta che prendono valore perchè noi cittadini,non la banca centrale,diamo ad essi un valore?
Riflettete su questo......
DR

Anonimo ha detto...

diciamoci le cose come stanno.
Solo una persona profondamente ignorante può non sapere che i soldi messi in banca sui nostri conti correnti (pur rimanendo SEMPRE e TOTALMENTE a nostra disposizione, sempre che qualche idiota non voglia ritirarli in contanti col rischio di farsi tagliare i pantaloni dal primo scippatore che incontra fuori dalla banca) sono prestati dalla banca a chi fa richiesta di prestiti (privati e imprese) i miei genitori non hanno alcuna preparazione economica alle spalle eppure lo hanno sempre saputo.

Saluti,
Jack

Anonimo ha detto...

Jack hai detto una cosa che non vuol dire niente.
Hai detto bene,i tuoi soldi rimangono in banca,ma la stessa li può prestare tutti meno il 2%(riserva frazionata).
I soldi finiscono su un altro conto corrente,e la banca che lo gestisce a sua volta li può prestare tutti meno il 2%...cosi avanti fino a creare prestiti per 50 volte il valore iniziale!!!!!
Una volta retituiti i soldi tutti i conti si azzerano,giustamente, ma gli interessi permangono;il sistema bancario ,quindi, genera interessi su somme pari a 50(ALMENO 50 volte) volte i depositi!
Leggiti cosa dice la Banca Nazionale Svizzera sulla riserva frazionata prima di parlare!
Questi trader che vogliono fare disinformazione!
Evita di dare dell'ignorante a persone che studiano la cosa da anni,fai più bella figura!!
DR

Anonimo ha detto...

ho dato dell'ignorante a chi non sa che i soldi stanno fermi (e non potrebbe essere altrimenti..se no teniamocceli sotto al materasso a farli svalutare dall'inflazione)
Certo capisco che anche per te sia molto facile dare addosso a chi la pensa diversamente, ma del resto, non è una novità.
Ma toh.. è una proprio una banca centrale (quella svizzera) a "svelare" i meccanismi della "truffa" non lo trovi un po' bizzarro? Non era tutto censurato e segreto? :D
Jack

Anonimo ha detto...

Oh oh...è proprio dandoli in mano alle banche che si svalutano.
L'unica moneta buona è una moneta che non si può né stampare né moltiplicare. ORO ORO ORO!

Alla facciaccia dell'inflazione programmata!

LV

Anonimo ha detto...

Se c'è speculazione sul petrolio e sulle materie prime è proprio perchè ci sono troppi soldi da dover far fruttare e troppi squali da dover sfamare.

Anonimo ha detto...

ahaha sei decisamente bizzarro LV.. dici che l'oro non si svaluta? Vatti un po' a guardare i grafici, chi ad es acuistò oro agli inizi degli anni 80 dopo una decina di anni non solo non ebbe il capitale rivalutato ma PERSE LA META' del valore. l'oro come qualsiasi bene quotato sui mercati finanziari è soggetto ad oscillazioni! Basta ragionare per luoghi comuni!

Anonimo ha detto...

Io parlo di moneta ORO! Gnorri!

LV

Anonimo ha detto...

Il meccanismo della riserva frazionata è una truffa legale!
Cosa c'entra con la segretezza?
A proposito di segretezza,leggetevi lo statuto della BCE,i membri del consiglio sono intoccabili, e tutto quello che decidono è coperto da segreto;è tutto scritto sullo Statuto,basta leggerlo!
Se le cose che decidono sono tutte per il bene comune,perchè tutelarsi così tanto,l'intoccabilità sembra essere il punto cruciale dello Statuto!
Sulla Riserva frazionata sono stato molto chiaro,non capisco se c'è qualche dubbio o se si fa apposta a non voler capire!
DR
DR

Anonimo ha detto...

fai bene a riferirti agli statuti.
E' tutto scritto lì, basta leggerlo.
Ad es lo statuto stabilisce espressamente che la quasi totalità degli utili della banca d'Italia venga conferita allo Stato italiano.
Per quanto riguarda le altre banche centrali nazionali che posseggono oltre l'85% del capitale della BCE sono TUTTE di proprietà dei rispettivi stati nazionali.
Jack

Anonimo ha detto...

Se tu guardassi come viene fatto il bilancio delle banche centrali in partita doppia,vedresti che la moneta emessa viene indicata nelle passività,quando i soldi rientrano pareggiano e il guadagno risulta nullo,cosa mai dovranno spartire con lo Stato Italiano......il nero forse?
Gli introiti sono tutti in nero!
In pratica la differenza tra il valore nominale e il valore di stampa!
Quello che prende lo Stato e solo l'interesse!!!!!
Guarda i bilanci e non cambiare i discorsi!
Di chi è la proprietà della moneta all'atto di emissione?
Chi dà valore alla moneta?
Alcuni dicono che le banche centrali distruggono la moneta che rientra(cosa di cui dubito molto,al limite potrebbero riutilizzare tale moneta,perchè eliminarla?)
Perchè non utilizzare tali somme?
Esistono sistemi come Euroclear,Streamclear,società di clearing create apposta per riclicare enormi somme di denaro,e i cui unici clienti avrebbero dovuto essere banche,infatti nei dossier si parla di somme ingenti trasferite da Banche Centrali,tutto nell'anonimato,chiaramente...
Ma diamo il beneficio del dubbio a questi bravi banchieri,(che la banca centrale sia per lo più dello Stato non vuol dire nulla,inutile appiglio)mettiamo pure che distruggano la moneta di rientro;allora,perchè mai dovrebbero farla pagare allo Stato il valore nominale indebitando tutte la nazioni e schiacciandole col debito pubblico?
Se la facessero pagare il prezzo di stampa non ci sarebbe alcun problema di distruggere tanta moneta,giusto?
Perchè creare un tale sistema?
Il sistema del debito serve per avere il controllo sulla politica degli Stati!
Vogliamo credere che queste persone tanto buone non utilizzino gli enormi introiti,che per di più risulterebbero in nero?
Certo finchè non c'è la prova definitiva lo si può pensare!
Come possiamo pensare che il nemico della democrazia è l'islam e che Bush rappresenta un ideale di giustizia e libertà!
Possiamo credere che un aereo di 40 e più metri di apertura alare entri in un buco di tre metri e che il carrello sfondi tutte quelle pareti di cemento armato,lo si può anche credere.....
Possiamo credere che Berlusconi dica sempre la verità e che la politica di Prodi non fosse in qualche modo influenzata da ENI o Goldman Sacks....
Se però guardiamo il processo Sme-Ariosto vediamo che Berlusconi dice 85 bugie in 115 minuti,e poi possiamo notare come Prodi volesse arrivare a fare tutte le transazioni oltre 100 euro con bankomat,obbligando tutti ad avere un conto corrente,lui diceva per controllare il riciclo di denaro,ma vi ho detto prima dove viene riciclato il denaro,Prodi voleva controllare la gente normale non chi realmente ricicla,se poi vi rileggete come funziona la riserva frazionata capite perchè tutti devono avere uun conto....se poi si riescono ad eliminare tutte le monete di carta il costo del tipografo-banca centrale risulterebbe nullo,solo guadagno!
La truffa dei rigassificatori ve la dò da ricercare a voi,mica posso dirvi tutto io....
Le prove stanno però arrivando,alcuni tra i creatori di Euroclear e Streamclear stanno parlando,vi invito a seguire tali avvenimenti!
DR